I banchetti delle Muse

banchetto simona massimo

Donazioni

Donazioni

Veterinari in collaborazione con Le Muse

Elenco Veterinari

Facebook

Pagina Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra NewsLetter per essere aggiornato sempre sulle nostre iniziative.
Privacy e Termini di Utilizzo
Paola e Max, genitori di Oreste PDF Stampa E-mail
E' stato commovente il primo incontro al canile. Appena tolto dalla gabbia gli abbiamo messo un collarino nuovo nuovo e ci siamo diretti verso il cancello. Si leggeva nei suoi occhi la paura che volessimo tornare in direzione della gabbia e tirava verso l'esterno. Una volta aperta la portiera dell'auto è salito senza indugio e per tutto il viaggio si è goduto le nostre carezze.
Arrivati a casa ha mangiato, bevuto, è uscito in giardino ad "innaffiare" le rose e poi ha fatto un riposino. Ci aspettavamo che per i primi giorni Oreste si sentisse spaesato, inappetente, magari facesse i bisogni in casa, e invece no. Nei suoi occhi si leggeva tanta gratitudine, nel suo sonno tanta beatitudine, nel suo comportamento tanta educazione.
Ogni pomeriggio Oreste viene in fattoria dove ci sono cavalli, caprette tibetane, conigli e un gatto. Anche in questo caso non vi sono stati problemi. Oreste ci segue ovunque anche se ogni tanto parte di corsa nel bosco ma appena lo chiamiamo torna scodinzolante.
Consigliamo davvero a tutte le persone di buon cuore di adottare un cane aziano. E' impagabile vedere ogni giorno migliorare l'aspetto del cane, il pelo più morbido, le forze che tornano, gli occhi che brillano di felicità e la coda che non smette di muoversi quando ci vede. Non è razionalmente possibile spiegare cosa sentiamo noi da quando abbiamo Oreste, bisogna provare, credeteci!
Paola e Max